L’Altrapagina: Il Miglio

Dal 2011 curo la rubrica “Benessere secondo natura” del mensile di informazione, politica e cultura della valtiberina Umbro-Toscana “L’Altrapagina”. Ecco qua uno dei primi articoli:

Benessere secondo natura/Il Miglio

di Elena Radici

Il miglio (Panicum miliaceum) è una pianta erbacea annuale, probabilmente originaria dell’Asia orientale, appartenente alla famiglia delle Poaceae (Graminacee).

Illustration_Panicum_miliaceum0

È il precursore di tutti i cereali e ha nutrito l’umanità fin dalla preistoria: quando ancora non esisteva l’aratro esso veniva raccolto allo stato selvatico.

In Italia settentrionale sembra sia giunto circa tre secoli prima dell’Era Cristiana.

In epoca Romana, il miglio era piuttosto diffuso ed utilizzato, ma è il Medio Evo il periodo in cui conobbe la sua massima diffusione nell’alimentazione umana, poiché, per la sua ricchezza in proteine, poteva sostituire la carne nei periodi di astinenza prescritti dalla Chiesa.

La polenta di miglio era un tipico piatto di Veneto, Lombardia e Trentino.

La Repubblica di Venezia, che aveva scambi commerciali con l’Asia, immagazzinava il miglio anche fino a venti anni, data la sua lunga conservabilità (fu proprio il miglio nei magazzini a salvarla dall’assedio dei genovesi durante la guerra di Chioggia).
In seguito, però, la coltivazione di cereali dotati di maggiore produttività ne andò progressivamente sostituendo la diffusione, che diventò marginale, finché l’uso del miglio fu riservato quasi esclusivamente agli usi zootecnici, specialmente come componente di mangimi per piccoli uccelli.
Oggi si osserva una nuova riscoperta di questo particolare cereale, per le sue grandi proprietà nutritive e come indispensabile ingrediente di integratori per migliorare gli annessi cutanei.

Il miglio, infatti, ha un elevato valore dietetico: il chicco, privato dell’involucro (decorticato) contiene amido, proteine (11%), colina, lipidi, lecitina, sali minerali, vitamine, fibra grezza; è ricco in particolare di silicio, ferro, calcio, fluoro, potassio, fosforo, magnesio, zinco, vitamine A ed E, vitamine del gruppo B, fra cui niacina, acido folico e vitamina B6.

biokap-miglio-donna-321x240biokap-miglio-uomo-321x240

Queste caratteristiche ne fanno un ottimo alimento per irrobustire tutti i tessuti connettivi, i tendini, le ossa, lo smalto dei denti, i capelli, le unghie e la pelle.
Le proteine del miglio contengono in particolare aminoacidi solforati, che favoriscono la formazione della cheratina, sostanza che si trova nella cute e nei suoi annessi come unghie e capelli, dei quali promuove la vitalità e la bellezza. È ricco inoltre di acido silicico, che fornisce il minerale silicio, molto utile per l’elasticità e il vigore di tutto l’apparato osteoarticolare, e per la robustezza dei capelli e delle unghie. Non contiene invece glutine ed è perciò molto adatto per sostituire gli altri cereali nelle preparazioni dedicate a chi è affetto da celiachia e intolleranza al glutine.
Un consumo regolare di miglio nell’alimentazione, quindi, aiuta a mantenere una bella chioma e unghie forti ed elastiche, oltre a giovare allo scheletro e alle articolazioni

ce459

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...