Vivere Country

Nel numero di Aprile 2015 della rivista Vivere Country potrete leggere il mio articolo sulla Rosa canina. Buona lettura.

11066789_10152743359902896_5648205816600276772_n

La Rosa canina

Dott.ssa Elena Radici

Erborista – iscritta al Registro Nazionale Erboristi Professionisti – CONELS – F.E.I.

ROSA CANINA – Rosa canina L.

Il suoi fitti cespugli abbelliscono la campagna, i bordi dei boschi, i sentieri, i giardini.

I fiori, rosa, qualche volta bianchi, a cinque petali sono inconfondibili e riconoscibili anche dagli occhi meno esperti.


CARATTERISTICHE BOTANICHE

La particolarità di questa pianta, tipica del genere Rosa, è il frutto scarlatto, il cinorrodo, meglio definito “falso frutto” poiché non deriva dalla trasformazione dell’ovario, ma dall’ingrossamento del ricettacolo che racchiude i veri frutti, gli acheni, di colore giallo o marrone circondati da una fitta peluria.

PROPRIETÀ E USI

Della Rosa canina quindi si utilizzano i cinorrodi, ma anche le gemme, entrambi ricchi di vitamina C, valido aiuto nella stagione invernale per prevenire e contrastare le affezioni a carico delle vie aeree. Tuttavia il processo di essiccamento distrugge dal 45 al 90% di vitamina C e quindi per assumerne un quantitativo maggiore sarà opportuno utilizzare il gemmoderivato, soprattutto per i bambini, o i frutti freschi.

L’infuso sarà invece sfruttabile per la presenza di tannini, che hanno proprietà astringenti intestinali, antidiarroiche, ed antiinfiammatorie, utili nelle coliti spastiche o nelle gastroenteriti dell’infanzia. Inoltre l’infuso possiede una leggera azione diuretica e viene spesso associato al carcadè in tisane rinfrescanti.

Ritroviamo la Rosa canina anche in prodotti emollienti, creme solari, creme per pelli delicate e sensibili in virtù dell’azione vasoprotettrice ed antiinfiammatoria esercitate anche a livello cutaneo.

Con i cinorrodi si ottiene anche un’ottima conserva, avendo l’accortezza di togliere la peluria interna: mescolare 2 kg di cinorrodi schiacciati con 3 kg di zucchero. Fare scaldare per qualche istante a bagno maria per amalgamare bene il tutto.

CONTROINDICAZIONI E INTERAZIONI

La letteratura non segnala effetti secondari e tossici alle dosi fisiologiche consigliate, a meno che non vi sia una particolare sensibilità individuale.

CURIOSITÀ

Il nome “canina” attribuito a questa rosa deriva dalla teoria della Signatura, secondo la quale le malattie di una qualsiasi parte del corpo potevano essere curate con una pianta che di quella parte riproponeva la forma. Le spine dell’arbusto, infatti, erano paragonate alle zanne affilate di un cane ed era pertanto logico stabilire una relazione tra il graffio provocato dalla pianta e i morsi di un cane, per cui gli antichi la consideravano un rimedio specifico contro la rabbia.

Nell’Europa precristiana il legno di rosa canina era usato per le pire sulle quali venivano cremati i defunti.

Per il colore scarlatto dei suoi frutti la pianta era sacra a Loki, il dio vichingo del fuoco, e venne più tardi associata al diavolo cristiano.

Nella leggenda eroica germanica Odino punse Brunilde con la spina di una rosa magica o, secondo un’altra versione, le mise delle galle (escrescenze che si formano sui rami in seguito alle punture di insetti) di rosa sotto il guanciale, per addormentarla di un sonno profondo e circondarla con un muro di fiamme.

N.B. – Il consiglio dell’Erborista è indispensabile per un corretto e sicuro utilizzo delle piante officinali.

 10305051_10152743359912896_3626711365479496559_n

10646751_10152743360157896_214192015909356701_n11043038_10152743360102896_3222533427017597423_n

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...